Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it.

L’indice Ftse Mib ha continuato a perdere terreno nelle ultime sedute, mettendo sotto pressione l’area dei 22.000 punti. La discesa in atto è destinata a proseguire nel breve o si attende un recupero dai livelli attuali?

Il grafico mensile aveva “chiamato” la ricopertura dei prezzi verso i minimi del mese di ottobre, avendo configurato una successione di candele conforme, con settembre bianca positiva e ottobre di incertezza (doji), con lunga ombra (shadow) a cui novembre ha risposto con una nera, per un trittico denominato evening doji star. Forse la visione di tale grafico vale più di tante, complicate e tecniche parole.

In una tale situazione, alla quale va aggiunta una recente presa di profitto sulle altre principali borse Usa e Francoforte in testa, è opportuno navigare a vista tra una possibile ripresa e una prosecuzione delle vendite.

Il ribasso dei prezzi ha raggiunto il secondo supporto giornaliero della media a 100 periodi attualmente a 22.025 di Ftse Mib che ha tenuto lo scorso venerdì, per cui ottimisticamente propendo per un rimbalzo dei prezzi, che dovrà però affrontare una serie di resistenze superiori, ad iniziare dal superamento del gap down di mercoledì sopra 22480 circa, per arrivare alle medie giornaliere che si stanno avvicinando tra loro in zona 22.500-22.605 punti.