Nel fine settimana il filantropo Bezos di Amazon, ha fatto esplodere l’ennesima bomba deflattiva acquistando Whole Foods Market, la catena alimentare pseudo bio,organic, vegan o chilometri zero come volete chiamarli,  dove guarda caso si tollerano gli OGM, limitandosi a segnalarli sulle etichette.

Perchè bomba deflattiva? Basta dare un’occhiata ad AmazonFresh,  un negozio di generi alimentari a Seattle, senza dipendenti umani, quanto tempo passerà prima che i dipendenti di Whole Foods Market vengano spediti a zappare di fantasia? Il suggerimenti di fare molta attenzione ad Amazon e ai famigerati FANG resta, anche se l’araba fenice deve ancora finire il suo volo, vediamo cosa succederà di bello a partire da oggi.

Tanto per cambiare venerdì è arrivato un altro splendido dato macroeconomico dall’America, nessuna sorpresa per noi che monitoriamo da vicino l’andamento del mercato immobiliare…

A maggio il numero di cantieri avviati per la costruzione di nuove case negli Usa ha subito una flessione del 5,5% a livello mensile, per un totale di 1,092 milioni di unitá, ben al di sotto delle aspettative del mercato, attestate a quota a 1,215 milioni. Lo ha reso noto il Dipartimento del Commercio Usa. I nuovi permessi per costruzioni, sempre a maggio, sono calati del 4,9% a 1,168 milioni, deludendo anche in questo caso il consenso consegno degli economisti concordi su un valore di 1,248 milioni.Il dato dei cantieri per le costruzioni di nuove case di aprile è stato rivisto al ribasso, da -2,6% a -2,8%.