Un personaggio di spicco della Federal Reserve, Stanley Fischer, ha criticato quei piani per allentare la regolamentazione bancaria, definendoli "un errore terribile".

Il presidente Donald Trump ed i politici repubblicani hanno sostenuto l'abrogazione del Dodd Frank Act, un elemento importante della legislazione post-crisi e l'allentamento di alcuni requisiti di capitale e di liquidità al fine di facilitare la capacità di prestito delle banche commerciali.

In un'intervista al Financial Times il 16 agosto 2017, Fischer ha dichiarato che l'allentamento dei requisiti di capitale e di liquidità è pericoloso e potrebbe portare ad una nuova crisi economica. "Lo trovo estremamente pericoloso ed estremamente miope."

Sebbene Fischer non sia amico di un libero mercato, in questo caso sono d'accordo con il suo commento.

Un ambiente finanziario libero & un sistema finanziario controllato dalla banca centrale

I sostenitori di mercati finanziari senza controlli asfissianti ritengono che meno restrizioni implicano un uso migliore delle risorse scarse, cosa che porta alla creazione di ricchezza reale.

È vero che un ambiente finanziario libero promuove la creazione di ricchezza attraverso l'uso efficiente delle risorse reali scarse, mentre un settore finanziario controllato soffoca il processo di formazione di ricchezza reale. I proponenti di mercati finanziari deregolati hanno trascurato il fatto che l'attuale sistema finanziario non ha nulla a che vedere con un libero mercato. Ciò che abbiamo attualmente è un sistema finanziario supervisionato da una banca centrale, la quale promuove l'inflazione monetaria e la distruzione del processo di creazione di ricchezza reale attraverso la riserva frazionaria. Nell'attuale sistema meno restrizioni hanno le banche, più denaro "dal nulla" viene generato e quindi maggiori danni vengono inflitti al processo di creazione di ricchezza. (Con un free banking, cioè l'assenza di una banca centrale, il potenziale per la creazione di denaro "dal nulla" è minimo.)