Forse ci siamo persi qualcosa: come ad esempio la possibilità che i canyon di Wall Street si trovino effettivamente su un altro pianeta anni luce dalla Terra!

Altrimenti come si può spiegare la calma in un mercato azionario seduto su una gigantesca bolla e di fronte al potenziale scoppio della Terza Guerra Mondiale?

Gente, il Deep State ha preso in ostaggio Trump. Qualunque sfida pre-elettorale lanciata al Warfare State è stata completamente liquidata.

Forse Wall Street ritiene che Trumo sia solo chiacchiere e distintivo. Tuttavia, quando si considera il contesto più ampio e quello che sta dicendo la Russia, è semplicemente folle avere un indice S&P 500 al 24X. Dopo tutto, negli ultimi tre anni i guadagni non sono andati da nessuna parte (l'utile per azione è passato da $106 a settembre 2014 a $109 a dicembre 2017), e ora potrebbero essere affossati da un incidente di guerra in Siria la cui escalation sarebbe rapida.

Davvero i robo-trader nel casinò non hanno meditato sul significato di questo messaggio del Cremlino?

Certo, le probabilità sono abbastanza alte che gli intelligentoni del Pentagono capiranno come mantenere l'attacco ragionevolmente asettico. Cioè, bombarderanno un sacco di posti in Siria dove non ci sono russi ed iraniani (dopo essere stati avvertiti); e schiereranno anche piattaforme sottomarine per lanciare missili da crociera e manderanno velivoli stealth ad alta quota per far cadere le bombe intelligenti, in modo da tenere i piloti e le navi americane lontani dal pericolo.

Poi, dopo aver scatenato la versione "shock and awe" di Trump, affermeranno che Assad ha appena ricevuto la sculacciata della sua vita e che ai russi e agli iraniani è stato inculcato un po' di buon senso.