Nuovi record per il Bitcoin, che ha aggiornato in queste ore i suoi massimi storici tornando per la prima volta da inizio settembre sopra quota 5000 dollari.

I nuovi record

Stando ai numeri riportati dal sito specializzato Coindesk, durante la mattinata la moneta digitale ha toccato un nuovo massimo intraday a 5.160,97 dollari, superando quindi il precedente picco di 5.013,91 raggiunto il 2 settembre scorso.

Sale cosi a circa il 18,75% la variazione positiva della quotazione nell'ultima settimana, ma l'eccezionalità del rally messo a segno dalla principale tra le criptovalute appare nelle sue esatte dimensioni se si guarda ai dati di più lungo periodo: il bitcoin scambiava ancora a gennaio a 966 dollari , ha guadagnato il 750% nell'ultimo anno, e una singola moneta ha ormai un prezzo quattro volte superiore a quello di un'oncia d'oro (+0.13% oggi a 1293,45 dollari).

Cina verso una rimozione del bando?

Sono diverse le spiegazioni offerte in queste ore sulle ragioni alla base della nuova fase di rialzo, a cominciare da quella che lega il nuovo exploit al diradarsi delle cattive notizie provenienti nell'ultimo mese dalle autorità di regolamentazione di alcuni Paesi.

A metà settembre, il prezzo del bitcoin era scivolato sotto i 3.000 dollari dopo l'annuncio sulla chiusura delle piattaforme di scambio cinesi e sulla messa al bando da parte di Pechino delle cosiddette ICO, le “offerte iniziali di moneta” usate per raccogliere fondi attraverso l’emissione di "token" digitali. 

Negli ultimi giorni però sembra emergere la possibilità che lo stop al trading imposto dal governo di Xi Jinping sia stato solo un provvedimento provvisorio e gli exchanges potrebbere riprendere le loro attività molto presto.