In frazionale rialzo dello 0,18% Ferrari, mentre tra i bancari si salva solo Mediobanca che avanza dello 0,16%, diversamente da Intesa Sanpaolo che scende dello 0,75%, mentre Unicredit, Bper Banca e Banco BPM viaggiano tutti in rosso di circa un punto e mezzo percentuale, lasciando ancora più indietro Ubi Banca che arretra di quasi il 2%.

Sotto pressione Buzzi Unicem che lascia sul parterre il 2,5% senza beneficiare in alcun modo delle indicazioni relative al piano sul rinnovo delle infrastrutture presentato ieri dal presidente Trump.

Il ritorno dei prezzi del petrolio sopra i 59 dollari al barile non sostiene i titoli del settore oil con Saipem in flessione dell'1,56%, seguito da Tenaris e ENI che calano dello 0,66% e dello 0,44%.

Sul fronte macro Usa oggi in agenda troviamo solo l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.
In calendario un discorso di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland.

Da segnalare prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati del quarto trimestre 2017 di PepsiCo. dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,3 dollari. A mercati chiusi si guarderà ai conti di Baidu che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 2,1 dollari.