A Piazza Affari scatta la corsa all'acquisto per FinecoBank che al momento si conferma in pole position tra le blue chips, con una evidente sovraperformance rispetto all'indice di riferimento.
Il titolo, dopo tre sedute consecutive in salita, ieri ha ceduto frazionalmente terreno con un calo dello 0,11%, per poi riprendere con decisione la via dei guadagni oggi. FinecoBank sta segnando nuovi massimi storici, passando di mano a 9,25 euro, con un rally del 3,93%, dopo aver segnato nell'intraday un top a 9,325 euro.

Vivaci i volumi di scambio visto che fino a questo momento sono transitate sul mercato oltre 2,2 milioni di azioni, già al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 1,9 milioni di pezzi.
Prosegue così la corsa del titolo che già nel 2017 si è distinto in positivo a Piazza Affari, tanto da aver registrato la terza migliore performance tra le blue chips, con un rialzo di poco superiore al 60% nell'intero anno.

La raccolta netta di dicembre e dell'intero 2017

FinecoBank sta catalizzando gli acquisti all'indomani dei dati relativi alla raccolta di dicembre che ha evidenziato un saldo positivo di 988 milioni di euro, in aumento dell'11% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. La raccolta gestita si è attestata a 523 milioni di euro, mentre quella amministrata è stata negativa per 25 milioni e quella diretta positiva per 491 milioni di euro.

Con riferimento all'intero 2017, FinecoBank ha raccolto 5,958 miliardi di euro, con una crescita del 18% rispetto all'anno precedente. Con riferimento alla clientela, nel 2017 sono stati acquisiti 114.509 nuovi clienti, con un aumento del 4% su base annua, di cui 7.362 solo nel mese di dicembre ma in questo caso il dato è in calo del 22% in confronto allo stesso periodo del 2016.
A fine 2017 il numero totale dei clienti è pari a quasi 1,2 milioni, con un incremento del 7% rispetto all'anno precedente.