Cessioni, obiettivo 1 miliardo

Già nel febbraio scorso la società aveva venduto l’intera partecipazione (98,56%) nella controllata olandese Generali  Nederland (per 143 milioni di euro), mentre a fine 2017 è stato avviato il percorso di dismissione delle attività irlandesi con la firma di accordo con Life Company Consolidation Group per la vendita di tutta la sua partecipazione in Generali  PanEurope (286 milioni di sterline).

Secondo quanto indicato indicato nell'aggiornamento del piano triennale 2015-2018, Generali conta di incassare, complessivamente dal suo programma di uscita da 13-15 mercati non core circa 1 miliardo di euro, obiettivo confermato ancora poche settimane fa dal management in occasione della presentazione dei conti del 2017.

La razionalizzazione, aveva sottolineato lo scorso 15 marzo l'Amministratore Delegato, Philippe Donnet, "sarà portata a termine alla fine del 2018 come previsto, e l'obiettivo di un miliardo di euro di proventi sarà probabilmente superato".

Generali: JPMorgan conferma la raccomandazione 

Nel frattempo, gli esperti di JPMorgan hanno confermato una raccomandazione "overweight" ('sovrappesare') sul titolo Generali con un prezzo obiettivo a 20,40 euro, che implica un potenziale upside di oltre il 26% dalla quotazione attuale.

Nella nuova nota, l'analista Michael Huttner sottolinea in particolare tra i fattori di appeal che giocheranno a favore del titolo nei prossimi mesi proprio il continuo aumento della liquidità a disposizione della compagnia.