Sono aperte le iscrizioni al webinar gratuito dal titolo: CREARE UN PORTFOLIO DIVERSIFICATO CON SOLI 10 MILA EURO  che Renato Decarolis terrà il prossimo Martedì 12 Marzo alle ore 18.00. disponibili 300 posti

La svalutazione dello YEN continua, questa mattina il cambio fra yen e dollaro ha toccato il livello minimo da 3 anni.

Ma in realtà il vero obbiettivo dei giapponesi è un altro, l’arcirivale Korea del Sud, ovvero la nazione che più di ogni altra compete con i giapponesi per esportare prodotti (elettronica, acciaio, navi, automobili….)

E’ interessante vedere un grafico di lungo periodo del rapporto fra YEN e WON (JPY/KRW sono le sigle).

A guardare un grafico a 8 anni pare difficile affermare che il Giappone non stia facendo quello che la Korea del Sud ha fatto negli ultimi 4 anni. Cioè mantenere un cambio internazionale della sua moneta molto basso e in contraddizione con la straordinaria forza della sua economia. Ricordiamoci che la Korea del Sud tra i grandi paesi industrializzati ha la più forte e solida economia in assoluto (Germania compresa).

Oggi ci vogliono 11,59 YEN per comprare uno Won, dal grafico ho individuato un punto di ragionevole ritorno all’equilibrio cioè 10 Won per Yen (non ho fatto alcun calcolo mi sono basato solo sul punto di partenza della svalutazione dello WON del 2008) . Una ulteriore svalutazione delle YEN del 11% sullo WON, ovvero il 33% da quota 15 punto di partenza della svalutazione dello YEN.

Che armi ha la Korea del Sud?

In pratica può solo svalutare a sua volta, eventuali dazi sulle merci giapponesi sarebbero quasi irrilevanti, la Korea del Sud è un mercato importante per il Giappone ma non certo fondamentale.