Spostando l’attenzione in Francia, l’unico titolo a godere di un giudizio positivo da parte di Morgan Stanley è Renault, che secondo gli analisti è da sovrappesare in portafoglio, con un target price a 70 euro che lascia spazio per un ulteriore apprezzamento nell’ordine del 15% rispetto ai valori correnti.
Più cauta la view Psa cui viene assegnato un giudizio “equalweight”, anche se questo non ha impedito di rivedere al rialzo il fair value da 5 a 8 euro, con un potenziale upside anche in questo caso del 15%. Lo stesso rating “equalweight” viene riconosciuto a Michelin, il cui prezzo obiettivo è fissato a 79 euro, mentre il rapporto price-earnings è pari a 9,8 quest’anno e a 8,6 nel 2014.
Guardando ai titoli del settore auto quotati a Piazza Affari, gli analisti di Morgan Stanley anno un giudizio negativo su Fiat Auto, tanto da consigliare di sottopesare in portafoglio. La banca americana teme che il Lingotto possa deludere le aspettative, motivo per cui viene individuato un target price a 5 euro, oltre il 10% più in basso delle attuali valutazioni di Borsa. C’è da dire però che Fiat Auto da inizio anno ha guadagnato oltre il 50%, mettendo a segno una performance positiva superiore al 60% negli ultimi 12 mesi.
Di segno opposto la strategia suggerita per Fiat Industrial che è da sovrappesare in portafoglio, con un fair value a 10 euro che implica un potenziale di crescita di circa il 13%, a fronte di un price-earnings pari a 9,8 quest’anno e a 8,6 il prossimo.
Infine, buone notizie per Pirelli per il quale viene indicato lo stesso rating “overweight” assegnato a Fiat Industrial, con un prezzo obiettivo a 11 euro, circa il 20% più in alto delle quotazioni correnti.