Jeremy Smouha, manager delle strategie Credit Opportunities di GAM, spiega che la nostra strategia si basa sulla qualità; investire in bond di società di alta qualità e coglierne il flusso reddituale. Nel settore finanziario, dove viene investita una parte significativa del fondo, i sistemi di misurazione del credito bottom-up sono migliorati significativamente nel corso degli ultimi anni di pari passo con il miglioramento degli indici di solidità del capitale. Banche e società di assicurazione sono perciò più sicure, ma gli spread che riusciamo a ottenere restano interessanti. Questo è probabilmente dovuto al fatto che per molti rimane il timore della crisi finanziaria globale che risale ormai a quasi dieci anni fa, senza che siano in grado di apprezzare i miglioramenti della qualità del credito che hanno interessato le singole società.

Dietro a questo miglioramento della qualità del credito ci sono sicuramente le varie economie in crescita, ma anche nuove regole – Basilea III e Solvency II – che obbligano le società a essere più sicure - spiega Jeremy Smouha -. L’attenzione si sta ora spostando verso ulteriori regolamentazioni per la sicurezza – chiamate Basilea IV – che non sono tuttavia state ancora definite in dettaglio. Mentre Basilea III si concentrava sul numeratore degli indici di capitale, Basilea IV intende soprattutto armonizzare le definizioni del denominatore degli indici patrimoniali degli asset bancari. Dai nostri incontri con il management sappiamo che le banche stanno valutando attentamente l’impatto che Basilea IV potrebbe avere sui requisiti di capitale e la liquidità che servirebbe per sistemare i propri bilanci.