Anche la seduta odierna si è conclusa in ribasso per Prysmian che ha proposto un copione identico a quello della vigilia. Dopo aver ceduto l'1,78% ieri, il titolo oggi si è fermato a 25,97 euro, con un calo dell'1,78% e poco meno di 700mila azioni scambiate, ben al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 1,2 milioni di pezzi.

Il Celtic Interconnector ottiene finanziamenti dalla Commissione UE

Il Corriere della Sera parla di un progetto potenziale per il settore cavi, segnalando che qualche settimana fa la Commissione europea ha stanziato 4 milioni di euro per il progetto di un cavo sottomarino che porterà energia elettrica e dati su fibra ottica dalla Francia all’Irlanda, senza passare per il Regno Unito.

Celtic Interconnector sarà un cavo sottomarino che collegherà per 600 km la costa meridionale dell’Irlanda a quella nord-occidentale della Francia, trasmetterà fino a 700 MW di elettricità e garantirà collegamenti diretti su fibra ottica. Inoltre consentirà alle energie rinnovabili prodotte in eccesso di essere trasmesse ad altre regioni che ne hanno più bisogno.

Celtic Interconnector è classificato dall'Unione europea come "progetto di comune interesse", è un’idea del 2009 ma che ha accelerato nel 2015 dopo la Brexit. Pochi giorni fa la commissione esteri del Senato irlandese ha chiesto maggiore urgenza nella realizzazione del progetto.

EirGrid e RTE, operatori della rete irlandese e francese, hanno già completato uno studio di fattibilità del progetto e una decisione finale sullo stesso dovrebbe avvenire tra il 2020 e il 2021, con il cavo operativo tra il 2025 e il 2026.