A Piazza Affari la seduta odierna procede in maniera contrastata per i titoli del lusso che vedono Moncler e Salvatore Ferragamo in rialzo rispettivamente dello 0,9% e dello 0,48%, seguiti da YNap che resta sulla parità poco sotto il prezzo d'Opa a 38 euro. Segno meno invece per Luxottica che cede lo 0,19%.
Tra i titoli a minore capitalizzazione è davvero rumoroso il crollo di Safilo che lascia sul parterre oltre il 6,5% del suo valore, mentre Tod's sale dell'1%, seguito da Geox e Brunello Cucinelli che avanzano entrambi dello 0,37%. 

Luxottica raccoglia giudizi differenti dopo i dati preliminari 2017

I protagonisti del lusso continuano a rimanere sotto i riflettori del mercato anche in attesa dei conti del 2017 che sono stati diffusi, almeno in via preliminare, da alcuni gruppo.
E' il caso di Luxottica che dopo le indicazioni sulle vendite dello scorso anno ha raccolto giudizi differenti dalle banche d'affari. Gli analisti di Banca IMI ad esempio hanno parlato indicazioni in linea con le loro attese e con quelle del consensus, mantenendo così fermo il rating "hold" sul titolo, con un prezzo obiettivo a 52,7 euro.

Cauti anche i colleghi di JP Morgan che non modificano la loro strategia "neutral" su Luxottica, con un target price a 49 euro. Anche la banca americana ha definito in linea con le aspettative le vendite preliminari registrate dal gruppo nel 2017, evidenziando che il mercato ha accolto con favore l'accelerazione registrata dalle stesse nell'ultimo trimestre dell'anno.

A puntare sul titolo è Banca Akros che consiglia di accumularlo in portafoglio con un fair value ritoccato al ribasso da 54 a 53,3 euro, ed è bullish anche la view di Kepler Cheuvreux che suggerisce di acquistare Luxottica con un prezzo obiettivo a 55 euro.