Il vento è spesso stato colpevole di imbarazzanti fuori programma, alcuni ben studiati e passati alla storia, come Marilyn Monroe insegna altri invece del tutto involontari. In questo caso, invece, è Trump docet.

Le precauzioni

Forte del suo cappellino con l'acronimo MAGA (Making America Great Again) il 45esimo presidente Usa Donald Trump ha sempre calcato le piste fiero del suo ruolo per raggiungere Air Force One o l'elicottero di turno che doveva trasportarlo. Eppure, questa volta, forse pres dai diversi problemi che la sua amministrazione si è trovata a dover affrontare,ben oltre quelli di altri suoi predecessori, il tycoon ha fatto un passo falso e ha dimenticato il prezioso alleato. Che mai come in questo caso sarebbe stato provvidenziale. Sì, perché a quanto pare oltre ai nemici politici (escludendo quelli giudiziari con il Russiagate che incalza) il repubblicano si è trovato di fronte un nemico inatteso e soprattutto ingestibile. Il vento. Madre Natura, forse adirata dalla mancanza di sensibilità ambientalista dimostrata dal miliardario, gli ha scatenato contro un infido soffio di vento: non tanto forte da fargli ricordare il suo cappellino, ma abbastanza da creare il peggiore degli incidenti diplomatici. Almeno seguendo la scala di valori del vanitoso inquilino della Casa Bianca.

La rivincita della Natura

Ebbene Eolo si è vendicato e ha scompigliato la famosa e apparentemente folta (ma solo apparentemente) chioma di Trump. Svelando l'inconfessabile: la calvizie che il presidente con ingegnose operazioni di hair styling ha sempre voluto nascondere.

Un incidente che ha però confermato anche quanto contenuto nel libro scandalo che lo vede suo malgrado protagonista, Fire and fury: inside the Trump White House di Michael Wolff: nel testo, infatti, si parlava delle varie strategie adottate da Trump per cpprire l'inevitabile calvizie cui sono condannati molti uomini, soprattutto in età avanzata, un pegno al tempo che passa che invece il presidente non vuole in nessun modo pagare. Però nel libro viene rivelato molto di più delle pettinature fatte al presidente dal suo staff. E in molti potrebbero pensare che se è vera la storia dei capelli, magari anche il resto…