La seduta odierna dovrebbe partire nel segno della cautela per la piazza azionaria americana, come evidenziato dall'andamento dei futures sui principali indici. Il contratto sull'S&P500 cede lo 0,28%, seguito da quello sul Nasdaq100 che limita le perdite ad un frazionale calo dello 0,2%.

A frenare il mercato sono ancora le incertezze sulla riforma fiscale dell'amministrazione Trump, che sembrano pesare di più delle buone notizie arrivate dal fronte macro.
L'indice dei prezzi alla produzione ad ottobre ha evidenziato una variazione positiva dello 0,4%, in linea con la lettura precedente e oltre le previsioni del mercato che puntava ad un incremento dello 0,1%.
Anche la versione "core" è salita dello 0,4%, ricalcando anche in questo caso l'indicazione di settembre, mentre le attese erano per un rialzo dello 0,2%. 

In giornata è previsto un discorso di Charles Evans, presidente della Fed di Chicago, oltre al quale parlerà il collega della Fed di St.Louis, James Bullard, ma è previsto anche un intervento di Raphael Bostic, a capo della Fed di Atlanta.

Dando uno sguardo al mercato delle valute notiamo un dollaro ancora debole nei confronti dello yen con un cambio a quota 113,49, ma il biglietto verde perde terreno con ancora più decisione rispetto all'euro che sale a 1,1757.
In flessione il petrolio che dopo la chiusura posso mossa di ieri perde terreno e mette sotto pressione l'area dei 56,5 dollari al barile, ma le vendite colpiscono anche l'oro che scende a ridosso dei 1.272,5 dollari l'oncia.

Tra i vari titoli da seguire Home Depot che nel terzo trimestre ha visto l'utile netto salire da 1,97 a 2,17 miliardi di dollari, con un risultato per azione pari a 1,84 dollari, al di sopra degli 1,82 messi in conto dagli analisti.
I ricavi sono aumentati dell'8% a 25,03 miliardi di dollari, battendo anche in questo caso le stime del mercato che si era preparato ad un fatturato meno corposo a 24,55 miliardi di dollari.
Da segnalare che le vendite nei negozi aperti da più di un anno hanno registrato un rialzo del 7,9%, mentre le attese erano per un incremento del 5,9%.