Banca Imi giudica buy Atlantia con target price di 27,50 euro (secondo indiscrezioni pubblicate dalla stampa spagnola, il gruppo sarebbe pronto a riconoscere un prezzo di 16 euro per azione agli azionisti di Abertis), Banco Bpm con prezzo obiettivo di 3,80 euro (Bain, Blackstone, Algebris e Cerberus tra i soggetti in gara per un portafoglio Npl secured del gruppo, dal gross book value compreso tra i 700 e gli 800 mln di euro), Fiera Milano con fair value di 2,10 euro, ridotto però dai precedenti 3,20 euro in scia ai risultati del 2016, Ovs con target di 6,60 euro dopo una meeting con il management e Unipol con obiettivo di 4,60 euro in scia al presunto ok al progetto di scioglimento di Finsoe. Valutazione add invece per A2a con fair value di 1,55 euro dopo i risultati del 2016.

Gli analisti di Banca Imi hanno poi effettuato una selezione tra i titoli “Pir complied“. E dallo stock picking dell’istituto è emerso un giudizio buy per Anima Holding con target price di 6,80 euro e Ivs Group con prezzo obiettivo di 14,10 euro. Giudizio add invece per La Doria con fair value di 10,30 euro.

Proseguendo, Banca Akros assegna un buy a Fincantieri con target di 1 euro nonostante l‘U.S. Government Accountability Office abbia avvertito il Congresso degli Stati Uniti di rimandare l’acquisto di 12 fregate almeno al 2019 e Saipem con obiettivo di 0,54 euro in vista dei risultati trimestrali che saranno diffusi il prossimi 21 maggio. Salvatore Ferragamo vale invece un accumulate con fair value di 29,50 euro in scia alla riorganizzazione del management.

Infine, Kepler Cheuvreux valuta buy Intesa Sanpaolo con target price di 2,90 euro mentre Credit Suisse assegna un outperform a Inwit con prezzo obiettivo di 5,20 euro in vista dei risultati del quarto trimestre 2016 che saranno diffusi oggi.