Per gli analisti di Mediobanca valgono un outperform A2a con prezzo obiettivo di 1,80 euro dopo le specifiche spiegate dall’authority Arera per l’implementazione di ulteriore capacità produttiva nel settore idrico e del trattamento dei rifiuti, Bper Banca con target price di 6 euro in scia alla conferma di Alessandro Vandelli a ceo del gruppo, Cnh Industrial con fair value di 13 euro dopo l’approvazione da parte dell’assemblea degli azionisti dei risultati del 2017 e di un buyback con un massimo del 10% da effettuare entro i prossimi 18 mesi, Eni con obiettivo di 21 euro (nuove concessioni in Qatar per lo sfruttamento di giacimenti di gas), Fca con target di 22 euro in scia alle dichiarazione di Marchionne secondo cui in Usa il gruppo avrà margini superiori ai competitor americani, Mediaset con fair value di 4,34 euro (Fininvest ha aumentato la quota in Mediaset), Prima Industrie con prezzo obiettivo di 40 euro (importante ordinativo da parte della svizzera Conzzeta nel primo trimestre di quest’anno), Tenaris con target price di 17,50 euro in scia ai dati sui pozzi petroliferi attivi negli Usa e Unieuro con fair value di 15 euro (Media-Saturn in trattative con M.Video sulla potenziale vendita degli asset russi).

Proseguendo Equita assegna un buy a Enel con prezzo obiettivo di 6 euro dopo che il cda di Open Fiber ha approvato il nuovo pianoindustriale che prevede  la copertura di 9 mln di abitazioni in 271 città coninvestimenti previsti superiori a 6,5 mld di euro, Moncler con target price di 36 euro (attesi risultati del primo trimestre molto positivi) e Telecom Italia con obiettivo di 1,02 euro (indiscrezioni di stampa indicano un’affluenza all’assemblea Tim pari al68% del capitale ordinario).