Dieci anni dopo la crisi finanziaria, l’economia globale continua a registrare una crescita solida accompagnata da scarsa inflazione. Una situazione che, secondo gli analisti di Morningstar, potrebbe fare bene ai titoli del comparto industriale. “I segnali che arrivano dai diversi indicatori macroeconomici di Stati Uniti, Cina ed Europa dicono che l’attività è in crescita”, spiega Nick Mokha, analista di Morningstar. “Per questo siamo ottimisti sulle opportunità di apprezzamento della maggior parte dei titoli che copriamo, soprattutto nei segmenti dei macchinari agricoli, delle automobili e della componentistica per gli impianti”.

Macchinari agricoli

Negli ultimi anni c’è stato un calo nelle valutazioni dei prodotti coltivati che ha reso particolarmente complicata la situazione per i produttori di macchinari agricoli. “Tuttavia, negli ultimi nove mesi c’è stato un miglioramento”, spiega l’analista. “I dati sulle esportazioni che arrivano dall’America latina e dalla regione del Mar Nero mostrano che queste aree stanno vedendo una produzione agricola record nonostante una situazione politica instabile”. A questo si aggiungono le previsioni del Dipartimento Usa per l’agricoltura che parlano di un aumento del 2,3% dei valori immobiliari delle fattorie. “In una situazione del genere è facile prevedere un incremento della richiesta di macchinari per far fronte alla crescita della produzione”. Nel conto devono entrare anche fattori come la maggior domanda di cibo per l’alimentazione che di solito si accompagna a fasi di espansione economica globale e che si fa sentire, soprattutto, nei paesi emergenti.