Gerusalemme, 6 lug. -(Adnkronos) - Sorrisi azzurri anche nella mattina della terza giornata agli Europei under 18 di Gerusalemme, dopo le tre medaglie di ieri per la squadra italiana: nel lungo l’oro di Mattia Furlani con lo strepitoso salto a 8,04 e il bronzo di Francesco Inzoli, sui 100 ostacoli bronzo per Sofia Pizzato. Nel triplo sbarca in finale Nicolò Cannavale, subito a segno con il record personale di 15,33 (+1.7) al primo tentativo, che vale il miglior risultato del turno al pari del bulgaro Lachezar Valchev, capolista europeo stagionale con 15,53 quest’anno.
Per il ragazzo di Formia, entrato in pedana con la quarta misura di accredito, è la prima volta oltre i quindici metri con vento regolare. Doppio obiettivo (finale e personal best) raggiunto anche da Mario Antolini nei 400 ostacoli: il trentino chiude in 52.68 migliorandosi di oltre due decimi, terzo nella sua semifinale e con il settimo tempo complessivo. Avanti entrambi i quartetti azzurri che conquistano il pass per le finali di domani, nelle staffette a frazioni crescenti (100, 200, 300 e 400 metri), al secondo posto in batteria.
Al maschile la qualificazione arriva per merito di Francesco Inzoli (sceso in pista poco prima della premiazione del lungo), Filippo Padovan, Sofian Safraoui che recupera una posizione e Luca Marsicovetere, al traguardo in 1:56.25. Promossa anche la staffetta femminile con le finaliste dei 100 metri Alice Pagliarini e Ludovica Galuppi in avvio, per cedere poi il testimone a Valentina Vaccari e a Clarissa Vianelli che difende la seconda piazza (2:11.20 il crono).
Nella finale dei 2000 siepi è quindicesima la piemontese Sofia Cafasso in 7:12.42 mentre trionfa la tedesca Jolanda Kallabis (6:20.22 sfiorando la migliore prestazione europea di categoria) che prosegue la tradizione di famiglia: è l’erede di Damian, campione europeo nel 1998.
Al via il decathlon: dopo tre prove 18esimo Tommaso Franzè (2124) con 11.16 (+2.1) nei 100 metri, 6,62 (+0.5) nel lungo e 11,47 nel peso, invece è 23esimo Nicola Testa (1911) con parziali di 11.65 (+2.5), 5,63 (+2.5) e 13,24 nel peso dove incrementa il suo primato di oltre mezzo metro.
In gara nel pomeriggio altri otto azzurri: alle 17.30 ora italiana le semifinali dei 200 con Eduardo Longobardi, leader europeo stagionale e anche nel primo turno, verso la finale prevista alle 19.00. Attesi in finale Pietro Camilli (martello), Aurora Vicini e Camilla De Paoli (alto), Manuel Zanini e Latena Cervone (1500), Agnese Musica (200) ed Elena Abellonio (3000).