Milano, 6 ago. (Adnkronos) - Il Comitato tecnico scientifico già nella seduta del 28 febbraio scorso, tenutasi nella sede del Dipartimento della Protezione civile, confermava "tutte le misure previste per la cosiddetta 'zona rossa', ovvero per gli 11 comuni" - 10 in Lombardia e uno in Veneto - dove si stava maggiormente diffondendo il Covid-19. Il dettaglio emerge dal verbale desecretato e pubblicato sul sito della Fondazione Luigi Einaudi.
Gli 11 comuni, indicati dal Dpcm del 23 febbraio, erano Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini in Lombardia e Vo' in Veneto. Nel verbale numero 12 si sottolinea, inoltre, come le regioni "Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto presentano una situazione epidemiologica complessa".