Milano, 26 feb. (Adnkronos) - "Il dipendente regionale sottoposto ad accertamenti sanitari non è in forza all'assessorato al Welfare e non è un tecnico dell'unità di crisi che sta coordinando l'emergenza coronavirus". E' quanto si precisa dalla Regione Lombardia.