Porto, 7 mag. (Adnkronos) (dall'inviata Ileana Sciarra) - Persone che conoscono bene la materia mi dicono che una misura temporanea e ben congegnata non rappresenterebbe un disincentivo per l'industria farmaceutica. Ci sono tuttavia due ulteriori problemi che dovranno essere affrontati affinché la proposta si possa considerare realistica: la sicurezza della produzione e l'incredibile complessità del processo produttivo. Lo ha detto, a quanto si apprende, il premier Mario Draghi durante la cena informale dei leader Ue a Porto.