Roma, 5 ago (Adnkronos) - "Un'Agenda Civica Nazionale per riportare al centro della campagna elettorale i contenuti e non solo gli accordi sulle poltrone". A lanciarla, una rete di sindaci e amministratori locali, civici di area progressista, che da nord a sud del Paese nelle ultime ventiquattr'ore hanno raccolto oltre cento adesioni su un documento che contiene 15 proposte da sottoporre alla coalizione di centrosinistra.
Tra i promotori Alessio Pascucci, consigliere della Città metropolitana Roma capitale, già sindaco di Cerveteri (Rm), e coordinatore di Italia in comune; Jacopo Massaro, già sindaco di Belluno e consigliere comunale; Riccardo Travaglini, sindaco Castelnuovo di Porto (Rm); Gianpaolo Nardi, sindaco Castel S. Pietro Romano (Rm); Piero Marteddu, già sindaco di Orotelli (Nu) e consigliere provinciale di Nuoro; Damiano Fusaro, sindaco di Granze (Pd); Luca Agnello, presidente Consiglio comunale Santa Croce Camerina (Rg).
"In questi primi giorni di campagna elettorale da molte parti si è lanciato un appello ai Sindaci di tutta Italia, con la creazione di liste e movimenti che puntano al coinvolgimento degli Amministratori locali in chiave elettorale. Nessuno ha però ancora parlato dei temi che stanno a cuore ai territori e a chi li amministra e, come sempre, ci viene chiesto di aderire a progetti politici a scatola chiusa", spiega Pascucci che aggiunge: "Siamo pronti a scendere in campo con l'esperienza amministrativa e la conoscenza dei territori per un progetto realmente civico. Diciamo no a progetti last minute per affidare seggi e poltrone ma un progetto civico serio, con chi accoglierá le nostre proposte".