Beirut, 5 ago. (Adnkronos) - Si aggira dai 3 ai 5 miliardi di dollari la prima stima dei danni provocati dalle due esplosioni che hanno devastato ieri la capitale libanese, causando almeno 100 morti e 4.000 feriti. Lo sostiene il governatore di Beirut, Marwan Aboud, in una dichiarazione riportata dai media locali.
Secondo il governatore della capitale libanese, Marwan Abboud, sono tra le 200mila e le 250mila le persone rimaste senza casa. Parlando con Mtv news, Abboud ha spiegato che le autorità stanno provvedendo a fornire un riparo, acqua e cibo a chi ne ha bisogno.
Lo stesso governatore ha inoltre rivelato che un rapporto relativo alla situazione nella capitale aveva allertato già nel 2014 sui rischi legati a possibili esplosioni per la presenza di materiale a rischio stoccato in modo da non garantire le regole minime di pubblica sicurezza. "Abbiamo perso 10 membri della Brigata dei Vigili del Fuoco di Beirut e i danni ammontano ad una somma compresa tra i 3 ed i 5 miliardi di dollari e forse di più", ha concluso