Roma, 30 giu. (Adnkronos) - Dubbi del PD, al vertice in corso a Palazzo Chigi, sul controllo concomitante della Corte dei Conti per combattere l'inerzia. E' il 'controllo' introdotto nell’articolo 16 della bozza del dl semplificazioni, in cui si prevede la vigilanza della magistratura contabile "per accelerare la realizzazione delle spese di investimento”. E che i dem, a quanto apprende l'Adnkronos, stanno chiedendo nel corso della riunione di eliminare dal testo. Di che si tratta? È, in sintesi, il classico controllo dei magistrati contabili che spesso arriva dopo l’avvio dell’iter dei lavori. A volte anche quando i lavori sono ultimati o, in certi casi, sospesi.

“La norma -si legge nella bozza del dl- prevede anche il potere delle sezioni di controllo di nominare, previo contraddittorio con le amministrazioni e gli altri soggetti interessati, un commissario ad acta per la rimozione dell’inerzia”. È una sorta di risposta, dopo un’evidente mediazione, a quanto chiesto più volte dal Movimento 5 stelle, ovvero un sistema con un commissario per ogni opera finalizzato a garantire la legalità della ripartenza sull'esempio del 'modello Genova'. Ma i dem sarebbero fermamente contrari, riferiscono fonti di governo.