Roma, 9 ago. (Adnkronos) - “Indipendentemente dal partito o movimento politico di cui fanno parte i cinque deputati scoperti dall’Inps per aver ottenuto il bonus da 600 crediamo sia meglio che escano da soli allo scoperto evitando di creare un tribunale d’inquisizione popolare che metta alla gogna tutta la classe politica italiana. Hanno sbagliato non c’è alcun dubbio ma è meglio che si autodenuncino per salvaguardare non solo il proprio onore ma anche quello dell’istituzione che rappresentano. Stiamo affrontando una delle crisi economiche peggiori e abbiamo bisogno che la gente non perda la fiducia nella politica”. Lo affermano i deputati di 'Cambiamo con Toti' Stefano Benigni, Manuela Gagliardi, Claudio Pedrazzini, Alessandro Sorte e Giorgio Silli.