Roma, 18 mag. (Adnkronos) - Un organico passato da 3 a oltre 30 dipendenti con un’età media di 26 anni e mezzo, decine di aziende che utilizzano la piattaforma e 1 milione di euro di Ebitda prodotto nel quarto trimestre 2020. Con questi risultati Vedrai, la società fondata dal 25enne Michele Grazioli specializzata nello sviluppo di piattaforme per il miglioramento dei processi decisionali, festeggia il suo primo anno di attività. Nata in piena pandemia a maggio 2020 con un capitale sociale di un milione di euro, apportato dai quattro soci fondatori, la società ha in breve tempo conquistato l’attenzione grazie alle sue tecnologie: soluzioni e piattaforme basate sull'Intelligenza Artificiale per il supporto a imprenditori e manager nei processi decisionali aziendali.
In particolare, l'azienda ha creato la piattaforma Decidere Tm che è in grado di raccogliere le informazioni, verificarne la correttezza, analizzare i dati e identificare Kpi rilevanti. Di fatto, ancor prima che le decisioni vengano prese, la tecnologia di Vedrai ne calcola l’impatto sull’azienda, analizzando decine di migliaia di variabili -aziendali e ambientali- e individuando le possibili relazioni di causa-effetto tra ciò che accade in azienda e ciò che avviene nel contesto in cui si opera. "Siamo sul mercato da fine 2020 e da ottobre a dicembre abbiamo ottenuto risultati importanti ed a oggi abbiamo raggiunto un parco clienti composto da decine di imprese soddisfatte" scandisce Michele Grazioli, fondatore di Vedrai.
"Nascendo nel pieno della pandemia, in un momento di forte crisi economica e di difficoltà da parte delle aziende ad investire, abbiamo dovuto ovviamente superare importanti scogli, primo tra tutti -spiega Grazioli- far capire alle Pmi che quella che proponiamo è una tecnologia che bisogna adottare subito e non tra 3 o 5 anni, poiché può essere utile ad ottenere un vantaggio competitivo su altre aziende. Sicuramente ha aiutato il fatto di essere sul mercato già da tempo, con altri progetti, come imprenditori conosciuti e di valore". Un successo che non accenna a fermarsi. "Per il 2021 puntiamo a guidare Pmi e aziende di medie dimensioni verso una ripresa più veloce e solida grazie ai nostri strumenti" riferisce Grazioli.