Roma, 22 set. (Adnkronos) - Una storia d'amore e di libertà, ma soprattutto di amore per la libertà. Dopo 'Il caso Kaufmann', Giovanni Grasso, consigliere per la stampa del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, torna a proporre un nuovo romanzo storico per adempiere al "dovere di ricordare, onorare e tramandare" le gesta di chi seppe opporsi agli orrori della dittatura nazifascista.
'Icaro, il volo su Roma', Rizzoli editore, con un genere letterario che mescola storia e invenzione, racconta la vita di Lauro de Bosis, culminata nell'impresa compiuta esattamente 90 anni fa, il 3 ottobre 1931. Quella sera, a bordo dell'aeroplano 'Pegaso', riuscendo a bucare la difesa del regime, scarica 400mila volantini su Roma, per invitare le istituzioni, a cominciare dalla Monarchia, e il popolo a ribellarsi alla dittatura. Sarà un volo di sola andata, visto che De Bosis, a corto di carburante, precipita nel Tirreno e non riesce a far ritorno a Marsiglia, da dove era partito.
Finisce così in modo tragico anche l'idillio tra Lauro e l'attrice newyorkese Ruth Draper, diciassette anni più di lui, un amore travolgente e tragico che sfida convenzioni e conformismi, sbocciato a Roma e vissuto tra New York e Parigi, dove lo spirito di libertà, progresso e modernità fa da contraltare alla cappa di oppressione che in quegli anni avvolge l'Italia.