Milano, 6 ago. (Adnkronos) - Situazione sotto controllo nei territori comunali di San Giovanni di Fassa, Mazzin e Campitello di Fassa, dopo la bomba d’acqua che ieri sera - venerdì 5 agosto - ha provocato numerosi smottamenti nei diversi centri abitati. I vigili del fuoco volontari di Pozza e Vigo di Fassa e i colleghi dei distretti Fassa, Fiemme e Primiero "stanno completando la pulizia delle strade, mentre vengono posate le tubature per favorire il deflusso delle acque".
Per quanto riguarda gli sfollati, "nel corso del tardo pomeriggio di oggi è previsto il rientro di tutte le persone nelle strutture ricettive evacuate precauzionalmente e nelle abitazioni lambite dalle colate di fango. Sono circa un centinaio le persone che, per quasi 24 ore, sono state ospitate nella palestra comunale di Pozza di Fassa" si legge in una nota della Provincia autonoma di Trento.
Il rapido ritorno alla normalità, grazie all’impegno di decine di uomini e donne della Protezione civile del Trentino, è stato confermato nel corso della riunione di coordinamento, alla presenza del presidente della Provincia autonoma di Trento, dei sindaci e degli amministratori del territorio, oltre che dei rappresentanti di tutte le forze scese in campo.