Manovra: Fazzolari, 'reddito e benzina scelte difficili, sappiamo che il consenso è a rischio'

Roma, 22 nov (Adnkronos) - "È una manovra responsabile". Lo dice Giovanbattista Fazzolari, sottosegretario all'Attuazione del programma, alla 'Stampa. Mettete nel conto di perdere una fetta di consenso? "Assolutamente sì. Nel 2018 noi di FdI dicevamo di essere contrari al Reddito di cittadinanza. All'epoca speravamo di arrivare al 4%, avremmo potuto evitare di parlarne per raggiungere quella soglia. Figuriamoci se lo facciamo oggi", spiega.

Sul cuneo fiscale avete scontentato la Confindustria? "Abbiamo rinnovato la misura esistente e la rafforziamo mettendo un ulteriore punto per i redditi fino a 20 mila euro. L'operazione costa 4,2 miliardi, ed è la più costosa, al netto dell'intervento sull'energia. Le misure a favore delle imprese, in ogni caso, sono tantissime", replica l'esponente di governo.

La benzina e il gasolio possono tornare sopra i due euro. Era davvero il caso di togliere i sussidi? "Sono scelte complicate. Il sostegno ci costava un miliardo al mese. Questo sconto non distingue tra chi ne ha bisogno e chi no. Siamo coscienti che il rischio è colpire i pendolari. Se ci fossero poi dei forti choc sul mercato del petrolio, questi aiuti potrebbero non fare la differenza. So che daranno la colpa a noi dell'aumento della benzina, ma se il cuneo fiscale costa 4,2 miliardi possiamo spenderne 12 sulla benzina?".