Milano, 25 nov. (Adnkronos) - Il prefetto di Milano, Renato Saccone, ha disposto la confisca di 95mila mascherine sequestrate dalla guardia di finanza di Corsico nei giorni scorsi. Le mascherine, di tipo chirurgico, erano state importate dalla Cina e messe sul mercato senza le verifiche di conformità ai requisiti di sicurezza previsti dalla normativa in materia di dispositivi medici.
Le mascherine erano prive del marchio CE e non era stata avviata la procedura di regolarizzazione attraverso un'autocertificazione all’Istituto Superiore di Sanità dell’autocertificazione. Il prefetto ha deciso che, pur non essendo utilizzabili in ambito sanitario, sulla base della certificazione rilasciata dal Politecnico di Milano, potranno essere impiegate come “mascherine di prossimità”: saranno consegnate al Comune di Milano per le esigenze del sistema di protezione civile.