Milano, 30 nov. (Adnkronos) - Torna dal 12 al 14 febbraio 2022 alla Fiera di Rho-Pero, alle porte di Milano, la fiera dell'occhialeria Mido. Sono circa 600 gli espositori che a oggi hanno confermato la loro presenza al salone, di cui 350 esteri provenienti principalmente dall’Europa, e in particolare Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, e dagli Stati Uniti. "Seppur in un momento di costante incertezza, sentiamo la responsabilità di soddisfare le esigenze delle aziende del settore, che in questi ultimi due anni hanno subito il contraccolpo della crisi", commenta il presidente di Mido, Giovanni Vitaloni. "La promozione di un prodotto come l’occhiale, sia esso da vista o da sole, ha bisogno di interazione e Mido ha lo scopo di riattivare lo scambio tra persone. Lo strumento digitale che abbiamo sperimentato nel 2021 con la prima digital edition, che quest’anno riproponiamo, è sicuramente utile per la gestione dei contatti ma non sufficiente sul piano degli affari", continua.
“Gli occhiali che vedremo a Mido sono il risultato di due anni in cui le aziende hanno intrapreso percorsi che le hanno portate a sviluppare prodotti sempre più personalizzati, dove a contare è la qualità, la durabilità e il contenuto, inteso come storia che sta dietro l’occhiale", prosegue Vitaloni. "Accanto a questo, sempre più attenzione viene data alla sostenibilità, con la ricerca su materie prime riciclabili e processi produttivi a basso impatto ambientale”.
Proprio legato al tema della sostenibilità, a Mido 2022 si svolgerà la prima edizione del premio Stand Up For Green, il riconoscimento dato agli stand capaci di distinguersi per l'attenzione all'ambiente, usufruendo ad esempio di moduli riutilizzabili, materiali riciclati o materie prime a basso impatto ambientale.