Roma, 3 giu. (Adnkronos) - di Silvia MancinelliDue detenuti sono evasi questa mattina dal carcere di Rebibbia. Fuggiti dopo aver scavalcato il muro di cinta, usando una manichetta dell’acqua, sarebbero stati "favoriti - come ipotizza il sindacato della Polizia Penitenziaria Sappe - dal probabile mancato funzionamento del sistema anti-scavalcamento e dalla mancanza di sentinelle nel perimetro".
I due, di etnia rom, hanno 40 e 46 anni. Alle spalle reati contro il patrimonio, erano reclusi entrambi con fine pena 2029. Le foto segnaletiche sono già state diramate e la ricerca è in corso, a quanto pare in Toscana.