Roma, 22 ott. -(Adnkronos) - S&P Global Ratings ha mantenuto invariato a 'BBB' il rating dell'Italia ma ha rivisto alzato l'outlook a 'positivo', da 'stabile' motivando la decisione con la stima di "una forte ripresa guidata dagli investimenti nel 2021 e nel 2022, che riporterà il PIL italiano sopra i livelli del 2019 un anno prima delle nostre previsioni".
Per l'agenzia "l'ampia maggioranza del governo Draghi dovrebbe garantire l'attuazione alla fine del 2021 dei 51 traguardi e obiettivi inclusi nell'ambizioso Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza".
S&P prevede per i conti 2021 un deficit all'8,8% del PIL rispetto al target del 9,4% fissato dal governo, dal momento che le entrate continuano a superare le previsioni. Di qui la decisione del rialzo "a seguito del netto rafforzamento dell'impegno per le riforme a favore della crescita e delle ricadute positive che una maggiore crescita avrà sui conti pubblici".