Roma, 19 ott. (Adnkronos) - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato e promulgato la legge costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari, che modifica gli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione, confermata dal referendum del 20 e 21 settembre scorsi, dopo l’approvazione da parte del Parlamento.
Ora decorre il termine di 60 giorni prima che il provvedimento possa essere applicato, per consentire l’eventuale ridefinizione dei collegi elettorali. Quindi il testo entrerà a regime nelle prossime elezioni, sia in caso di scioglimento anticipato delle Camere che di scadenza naturale della legislatura.
"È legge. Il presidente Sergio Mattarella poche ore fa ha firmato e promulgato la legge costituzionale che prevede la riduzione del numero dei parlamentari. Sono stati mesi intensi, una legge voluta dal MoVimento e votata da tutte le forze politiche, un referendum su cui ci ho messo la faccia e che ha vinto col il 70% dei SÌ degli italiani. Adesso lo possiamo dire: il taglio di 345 parlamentari è legge. E ora al lavoro per adeguare i regolamenti di Camera e Senato, pronti a una legge elettorale che dia massima rappresentatività. Buonanotte a tutti. A testa alta, sempre!". Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.