Melbourne, 29 gen. -(Adnkronos) - A Melbourne prima della finale femminile dell'Australian Open si gioca anche nel nome e nel segno di Peng Shuai. Un gruppo di attivisti ha distribuito un migliaio di magliette con la scritta "Where is Peng Shuai?", oltre a fasce, nastri e adesivi con la scritta "Missing" (scomparsa") in mandarino.
"Sono felice che le persone abbiano a cuore Peng Shuai" ha detto Drew Pavlou, attivista di Brisbane che ha guidato il movimento insieme a Max Mok, che fa parte dei movimenti pro-democrazia di Hong Kong. Una settimana fa, la security aveva costretto due attivisti a togliersi quelle maglie, e aveva confiscato uno striscione. Di fronte alle reazioni pubbliche dopo che il video si è diffuso sui social, Tennis Australia è tornata sui suoi passi ed eliminato il divieto di mostrare quelle maglie.