Firenze, 13 ago. - (Adnkronos) - Sono partiti nei giorni scorsi generi alimentari e beni di prima necessità dal magazzino di Unicoop Firenze di Scandicci per i cittadini ucraini di Leopoli, la città al confine con la Polonia simbolo della guerra che imperversa de mesi. La fornitura, si legge in una nota, ordinata dalla Comunità di Sant'Egidio e messa a disposizione a condizioni vantaggiose da Unicoop Firenze, rientra nell'impegno costante della Cooperativa a favore dei cittadini colpiti dalla guerra.
"Siamo accanto a chi soffre le conseguenze della guerra e alla Comunità di Sant'Egidio che da subito è intervenuta nei luoghi del conflitto. Contribuendo a rendere possibile questa nuova fornitura di generi alimentari vogliamo manifestare la nostra vicinanza ai cittadini ucraini, sempre con la speranza che la pace possa giungere il prima possibile" fanno sapere da Unicoop Firenze.
"Questi aiuti verranno distribuiti a Leopoli, Ivano-Frankivs'k e Kiev, dove lo scorso 15 luglio è stato inaugurato un nuovo centro nel grande e popoloso quartiere di Troeshina, alla periferia est della capitale ucraina - dichiara il portavoce della Comunità di Sant'Egidio Roberto Zuccolini - L’impegno umanitario di Sant’Egidio, caratterizzato da una preoccupazione per le componenti più fragili e bisognose della popolazione, non ha subito flessioni con il proseguimento della guerra, anzi è cresciuto nella quantità di aiuti inviati e ha allargato il suo raggio di azione, raggiungendo le regioni più remote del paese". Le scorte partite dal magazzino di Scandicci comprendono pasta, legumi, carne e pesce in scatola, biscotti e passate.