Sassari 23 apr. (Labitalia) - Il turismo di lusso riparte in Sardegna all'insegna della sicurezza. "L'ospitalità sicura - spiega Francesco Muntoni, fondatore e presidente della catena alberghiera sarda Delphina hotels & resorts che gestisce e commercializza direttamente tutte le strutture - è la nostra priorità. Dallo scorso anno abbiamo messo in atto con successo procedure semplici e chiare per tutti gli hotel e resort, residence e ville seguendo le indicazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità e le normative del governo italiano".
Premiata come migliore gruppo alberghiero italiano ai World travel awards 2020, Delphina hotels & resorts è impegnata da quasi 30 anni in progetti di tutela ambientale e a sostegno delle realtà economiche locali e ora ha messo in campo oltre 15 milioni di investimenti preparandosi ad accogliere i suoi ospiti da giugno in tutte le strutture. Lo specialista delle vacanze nel Nord Sardegna ha aperto le prenotazioni dei suoi 12 hotel 5 e 4 stelle, residence esclusivi, spa e ville immerse in verdi giardini mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara.
"Gli investimenti realizzati negli ultimi 18 mesi - dichiara Francesco Muntoni - rientrano nella nostra visione a lungo periodo, che negli anni ci ha portato a crescere con coerenza con un'offerta sempre più ecosostenibile, che rispetta l'ambiente e valorizza uno stile di vita sano, la cultura e l'enogastronomia locale".
Numerose le novità 2021 per questo resort '5 stelle in libertà' immerso in 28 ettari di parco, davanti a 1400 metri di spiagge e calette di sabbia bianca che guardano gli arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica. Completate tutte le piscine private delle suite arcipelago, pensate per soddisfare le esigenze del segmento di mercato di fascia alta, che può raggiungere il resort anche con il transfer in elicottero. A breve sarà terminata anche la nuova penthouse arcipelago, una delle soluzioni alberghiere più esclusive della Sardegna. Oltre 300 metri quadri di superficie con salotti esterni e solarium, a cui si aggiunge un ampio giardino ad uso esclusivo degli ospiti circondato dalla macchia mediterranea e con una piscina privata dal panorama unico che spazia da Bonifacio all'arcipelago di La Maddalena.
Coinvolto negli investimenti anche il resort & spa Le Dune di Badesi: all’ampliato orto biologico si aggiunge una fattoria di 5 ettari con orto, frutteto, vigna e oliveto per conoscere le piante e coltivazioni tipiche, aperto alle visite di adulti e bambini. Premiato come Italy's leading beach resort, ovvero miglior beach resort d'Italia ai World travel awards 2020, il resort è un'oasi naturale di 28 ettari immersa tra dune di sabbia, ginepri ed essenze della macchia mediterranea. Un paradiso delle famiglie con 5 hotel di categoria 4 superior e 4 stelle, 10 ristoranti, un'elegante spa, attività per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici. Previsto anche il restyling delle camere dell'hotel Le Palme e l'ampliamento della spaghetteria della spiaggia.
Il resort Valle dell'Erica e il resort Le Dune, come le altre strutture Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio We are green, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura con un protocollo di buone pratiche. Delphina hotels & resorts è la prima catena alberghiera italiana, ed una delle prime al mondo, ad utilizzare in tutti gli hotel, resort e nella sede centrale energia al 100% verde, proveniente da fonti rinnovabili, con un risparmio di 3.536 tonnellate di Co2 ogni anno. Negli ultimi quattro anni circa 13.828 tonnellate risparmiate: l’equivalente della Co2 assorbita da circa 97765 mila alberi in un anno intero. L'azienda è anche impegnata nel sostegno ai fornitori locali con il progetto 'Genuine local food oriented', a sostegno di una cucina sana basata su ingredienti genuini che rispettano la stagionalità, preferibilmente a km 0. Per questo più del 70% dei fornitori è nel raggio di 150 chilometri o sull'isola, con l'obiettivo di raggiungere l'80% entro la fine del 2021.