Perugia, 1 ago. (Labitalia) - Il Comune di Perugia e il Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro firmano il protocollo d’intesa per promuovere l’Asseverazione di conformità dei rapporti di lavoro (Asse.co.). A siglare l’accordo, di durata biennale, il sindaco Andrea Romizi e la presidente del consiglio nazionale, Marina Calderone. Il protocollo impegna le parti a rafforzare i processi di legalità all’interno del sistema imprenditoriale del territorio attraverso l’Asse.co., strumento di certificazione della regolarità delle aziende con riguardo alla costituzione e gestione dei rapporti di lavoro, subordinato e parasubordinato. L’asseverazione riguarda, dunque, il rispetto della normativa in materia di lavoro minorile e in nero, orario di lavoro, contratti collettivi, obblighi contributivi e pagamento delle retribuzioni.
Per valorizzare l’Asse.co., il Comune di Perugia potrà anche prevedere un sistema premiante nelle procedure di affidamento dei contratti che adottano il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e, dunque, attribuire uno specifico punteggio qualora sia presentata l’asseverazione oggetto dell’intesa.
Comune e consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro concordano sul fatto che sostenere la diffusione dell’Asse.co. sia un modo per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza dei processi di lavoro e, quindi, la concorrenza virtuosa tra imprese, anche se tale strumento rappresenta una opportunità integrativa, e non sostitutiva, degli ordinari strumenti di controllo. Il protocollo getta altresì le basi per la realizzazione di iniziative comuni per la divulgazione delle tematiche e normative afferenti ai rapporti di lavoro.
La richiesta di asseverazione, si ricorda nel protocollo, è libera e volontaria e può essere presentata da qualunque datore di lavoro attraverso una piattaforma telematica e con l’assistenza di un Consulente del Lavoro, qualificato asseveratore, scelto tra quelli iscritti nell’elenco tenuto e aggiornato dal Consiglio nazionale dell’ordine.
“L’Asse.Co. mira alla valorizzazione del lavoro etico e dei datori di lavoro che adottano comportamenti corretti”, ha dichiarato a margine della firma la Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone. “Il Comune di Perugia si unisce alle altre numerose istituzioni che, su tutto il territorio nazionale, stanno mostrando sensibilità verso l’affermazione della legalità nel mercato del lavoro e in particolare nella filiera degli appalti”, ha concluso.
Per il sindaco Romizi, “Con l’asseverazione dei contratti di lavoro presso i consulenti del lavoro asseveratori, le aziende potranno certificare il rispetto delle leggi, la trasparenza dei rapporti di lavoro, la regolarità contributiva. Inoltre il Comune nelle gare d’appalto potrà inserire un sistema premiante per le aziende che presentino l’asseverazione”.