Alert di portafoglio: seduta di riflessione

Seduta di riflessione per il FTSE Mib che ha accennato un recupero nella prima parte di contrattazioni senza tuttavia riuscire ad affondare il piede sull'acceleratore.

Per provare gratuitamente il servizio per una settimana in email e sms entra in MyTREND e registrati. Il servizio clienti risponde anche al Numero Verde 800.911.799. SITUAZIONE PORTAFOGLIO FTSE MIB: Seduta di riflessione per il FTSE Mib che ha accennato un recupero nella prima parte di contrattazioni senza tuttavia riuscire ad affondare il piede sull'acceleratore. I prezzi hanno dato vita sul grafico intraday ad una sorta di doppio massimo in area 20170/200 tutt'altro che promettente, la cui base e' posizionata a 19950 circa. La seduta di domani potrebbe dunque rivelarsi decisiva per il futuro piu' prossimo dell'indice. Prezzi che dovessero riuscire ad oltrepassare quota 20200 negherebbero l'ipotesi del doppio massimo mettendo nel mirino le resistenze successive in area 20600. Sotto 19950 invece si creerebbero i presupposti per rivedere i minimi della seduta di ieri a 19630 circa, baluardi chiamati a scongiurare l'affondo fino sull'importante sostegno posto a 18750.L'INDICE FTSE MIB: Rimbalza, senza troppa convinzione, il FTSE Mib che oggi ha chiuso le contrattazioni in rialzo dello 0,9%. Buone performance per Stm, Enel, Parmalat e BP Milano mentre Bulgari ha ceduto piu' di 2 punti percentuali. Rialzo inferiore al punto percentuale per l'unico titolo in portafoglio, Campari, che si sta progressivamente riportando sui livelli di ingresso in lista, distanti ormai poco più dell'1%. La grande incertezza non favorisce per il momento l'ingesso di nuovi titoli in lista, seguiremo comunque con attenzione l'evolversi della situazione pronti ad intervenire nel caso in cui se ne presentasse l'occasione.SITUAZIONE PORTAFOGLIO FTSE MID CAP: Giornata in rialzo per il FTSE Mid Cap, archiviata in progresso dello 0,70% a 22676,84 punti. L'indice ha evidenziato durante la sessione delle oscillazioni abbastanza contenute, non inviando cosi' particolari segnali tecnici. Per rilanciare le attese di crescita della tendenza positiva partita dai minimi di marzo i prezzi dovranno superare la strategica resistenza a 23400 circa, massimi di maggio. Sopra tale riferimento sarebbe possibile assistere ad un allungo verso il target posizionato a 24 mila punti, primo dei ritracciamenti della discesa dai massimi dell'aprile 2007. Prime indicazioni negative giungeranno, invece, con la rottura del supporto a 22435 mila punti, preludio ad un probabile affondo fino a 21300.