Alert di portafoglio: seduta priva di spunti

Seduta priva di spunti significativi quella dell'indice Ftse Mib, archiviata con un sostanziale pareggio rispetto alla chiusura precedente.

Per provare gratuitamente il servizio per una settimana in email e sms entra in MyTREND e registrati. Il servizio clienti risponde anche al Numero Verde 800.911.799. SITUAZIONE PORTAFOGLIO FTSE MIB: Seduta priva di spunti significativi quella dell'indice Ftse Mib, archiviata con un sostanziale pareggio rispetto alla chiusura precedente. Unico elemento degno di nota il test dei 20600 punti messo a segno grazie all'uscita di un dato positivo sul mercato immobiliare statunitense alle 16,00. Rimane in ogni caso l'elemento positivo del taglio al rialzo da parte dei prezzi della media mobile a 200 sedute avvenuto nella giornata di lunedi', elemento che tuttavia necessita del superamento del top di maggio a 20702 per tramutarsi in un segnale rialzista di medio termine. In quel caso i prezzi potrebbero testare area 21000, top di inizio anno (a 20996 per la precisione) e 38% di ritracciamento del ribasso dal massimo di maggio 2008. La mancata rottura di 20700 o di 21000, se seguita da discese al di sotto dei 20200 punti, dove transita la linea tracciata dal minimo di marzo, potrebbero anticipare l'avvio di una fase di debolezza diretta verso quota 18650/700 almeno.L'INDICE FTSE MIB: Grande incertezza oggi a Piazza Affari con il FTSE Mib che ha oscillato per tutta la giornata attorno alla parita'. L'indice ha poi chiuso in leggero rialzo sebbene siano stati molti i titoli con il segno piu'. Tra questi spiccano i rialzi di Impregilo, Saipem, Bulagri e Campari superiori ai 3,5 punti percentuali. Male invece Telecom Italia scesa di nuovo sotto quota 1,00. Per quanto riguarda il portafoglio Campari come detto si e' rivelato tra i migliori del listino tornando al di sopra del livello di ingresso in lista, confermando cosi' le positive indicazioni emerse nel recente passato. Bene anche Atlantia salita del 2% a 15,43 euro e Parmalat il cui rialzo e' stato piu' contenuto ma ha comunque permesso al titolo di rafforzare la propria posizione salendo in chiusura a quota 1,787. Il portafoglio resta per il momento invariato ma potrebbe presto vedere l'ingresso di Tenaris che oggi si e' avvicinata a livelli critici.