Piazza Affari, anche in presenza di problemi geopolitici, si dimostra in buona salute con il FtseMib tornato in area 24.000, livello considerato ormai storico, per le volte toccato in questi ultimi anni.

Considerano che il 90% dei titoli risulta ben lontano dai max di medio-lungo periodo, non facciamo fatica a pensare che possiamo nelle prossime settimane raggiungere vette più elevate, rendendo quindi sempre più realistici i nostri obiettivi a 24.600 e 25.500 dell’indice.

Correzioni sono sempre in agguato, tuttavia, se limitate in area 23.400/23.200, sono anzi in grado di rafforzare il trend sottostante, creando quindi nuove opportunità di ingresso.

Segnali di pericolo perverrebbero infatti solo sotto 23.000, e il supporto di medio posizionato in area 22.500 dovrebbe limitare la discesa.

Operativamente, la perfetta tenuta del supporto a 23.200, ci ha consentito di incrementare le posizioni rialziste, riportando il nostro investito ad una media del 80%; alla luce dell’analisi sopra descritta, possiamo attendere un avvicinamento della resistenza a 23.600 per liquidare una parte delle posizioni, tenendo come target finale i 25.500 punti di FtseMib.

In caso di discesa, valuteremo un ultimo ingresso sempre e solo in area 23.200 dell’indice.