Tenta una stabilizzazione il Ftse Mib dopo la deriva ribassista  di ieri, con uno strappo in debolezza dei prezzi −  ieri mattina in apertura – rimasto aperto nel grafico a candele giornaliere.

Solo qualche indicazione di proposta rialzista intraday stamane, senza tuttavia ravvisare configurazioni già idonee a mettere sotto osservazione il Trend/segnale ribassista giornaliero in corso, attivo dal 24 marzo a 18285, affiancato da uno stop a 18305.

L’unica dinamica di interesse per la seduta odierna coincide con la capacità dell’indice di chiudere in uno degli interstizi grafici lasciati nella sua discesa sotto 18000, che attiverebbe la messa in osservazione dell’indicazione ribassista di calibro giornaliero in corso.

In merito alla proiezione potenziale della traiettoria di debolezza, in area 16500 è individuabile l’approdo ultimo di un Modello denominato “3 to 1” ribassista, da considerare di riferimento solo sin tanto si permanga nell’ambito di un segnale ribassista di calibro giornaliero.

Va detto che la strada percorsa dal segnale ribassista giornaliero in corso, il livello relativamente distante del relativo stop protettivo, elementi di relativa stabilizzazione che comunque sono comparsi nei quadri superiori (vedi report precedenti), rendono attraente l’ipotesi di una iniziale modulazione nell’uso del segnale di debolezza, in ottica di money management, in richiamo di strategie a ciò deputate che l’analisi Candle Model mette a disposizione.