Vediamo di fare un’Analisi Ciclica sull’Indice Nasdaq 100 (in realtà il future miniNasdaq) per capire i potenziali sviluppi per i prossimi giorni.

Vediamo l’andamento del miniNasdaq a partire dal minimo del 15 giugno, con dati a 15 minuti aggiornati alle ore 16:00 di oggi 17 luglio:

Il grafico è stato realizzato con il software Cycles Navigator da me ideato.

La linea verde a pallini rappresenta i prezzi del future sul miniNasdaq. La linea Bianca rappresenta il potenziale andamento ciclico (valido soprattutto per i tempi e per le tendenze e non per le forze- ovvero i prezzi). La linea Gialla in basso è un indicatore di Intensità di Forze Cicliche (ne uso circa 6-7 differenti).

Questo grafico rappresenta il Ciclo metà-Intermedio (durata media pari a 1,5 mesi solari circa) - questo ciclo è partito sul minimo del 15 giugno, tuttavia, malgrado il Nasdaq abbia proceduto con un rialzo rettilineo dai minimi del 23 marzo, la situazione ciclica non è molto chiara. Infatti vi sono una serie di anomalie cicliche (anche su altri mercati) che rendono più instabile qualsiasi proiezione ciclica.

Se le cose fossero come in figura, il Nasdaq potrebbe procedere senza particolare forza e poi avere un leggero indebolimento a partire dalla fine della prossima settimana (vedi feccia verde) per andare a chiudere il ciclo entro fine mese.

Vi è una differente struttura potenziale con un ciclo Mensile terminato sul minimo del 15 luglio (vedi freccia rossa). In tal caso le prospettive sarebbero moderatamente rialziste sino alla prima settimana di agosto.

Vi è questa duplice lettura poiché alle voltele strutture cicliche subiscono delle modifiche nelle durate che non sono preventivabili. Anche in questo caso non è ancora chiaro quale delle 2 strutture tra ciclo metà-Trimestrale o ciclo Mensile prevarrà.

Va detto che anche su altri Indici Azionari vi sono dei dubbi interpretativi che rendono più difficoltosa la lettura ciclica generale.

Giusto per dare qualche riferimento di prezzo (che io chiamo “livelli critici” e non sono veri target price) se prevalesse una fase leggermente correttiva si potrebbe arrivare sino a 10400 -10200-10000 punti. Eventuali valori inferiori e poi verso 9800/9750 punti, toglierebebro forza alle strutture cicliche superiori e per ora pongo questo livello come limite correttivo.

Dal lato opposto, una ripresa di forza, più collegata al 2° scenario ciclico, potrebbe riportare i prezzi verso 10750-10900 e poi verso i massimi situati a 11050 punti. Al di sopra per ora pongo come limite al rialzo valori intorno a 11250/11300 punti.

Ricordo che per quanto ci siano delle strutture cicliche all’interno dei mercati finanziari queste non sono e non possono essere esattamente regolari. Pertanto l’analisi svolta (come tutta l’analisi tecnica) non può che essere di tipo probabilistico, nel rispetto di una serie di regole che l’Analisi Ciclica prevede.