Analisi tecnica dei mercati finanziari: report obbligazionario

Ancora vendite per il derivato che nelle ultime sedute scende sotto 120,00, aprendo spazi di ulteriore ripiegamento verso 118,00, quindi 116,00/80, dove saremmo compratori in ottica di medio periodo.

Commento operativoEuroAncora vendite per il derivato che nelle ultime sedute scende sotto 120,00, aprendo spazi di ulteriore ripiegamento verso 118,00, quindi 116,00/80, dove saremmo compratori in ottica di medio periodo. Eventuali salite nelle prossime settimane trovano una forte area di resistenza fra 121,50 e 122,50, al di sopra della quale è probabile la continuazione della salita verso 125,00 ed estensioni difficilmente sopra 126,50.USACon la violazione di 120,00 il T-Note accelera la discesa portandosi inaspettatamente al di sotto del supporto 117,50-118,00, fino a raggiungere 115,00 (contratto giugno’09). Per le prossime settimane è possibile la continuazione della discesa a testare 113,50, dove dovrebbero diminuire/esaurirsi le spinte ribassiste, favorendo salite verso 118,00, quindi 120,00-122,00. Sotto 113,50, continuazione della discesa a testare 111,50 (minimo di gen., giu. e ott.’08 ).Btp 1 agosto 2011 5,25 % (3 yrs) – Grafico SettimanaleCOMMENTO: la tenuta del supporto statico in area 100,00-100,50 a giugno-luglio 2008 ha consentito l’avvio di una salita che ha portato le quotazioni fino a 107,50. Per le prossime settimane finché le quotazioni stazionano sopra 106,00/50 il tono permane moderatamente positivo con possibili salite verso 108,00. Le pressioni rialziste diminuirebbero al di sotto di 106,00, favorendo una discesa verso 104,50-105,00, quindi 102,80-103,00 (estensioni difficilmente sotto 102,00).Bund 10yrs – contratto di continuazione – grafico giornalieroCOMMENTO: ancora vendite per il derivato che nelle ultime sedute scende sotto 120,00, aprendo spazi di ulteriore ripiegamento verso 118,00, quindi 116,00/80, dove saremmo compratori in ottica di medio periodo. Eventuali salite nelle prossime settimane trovano una forte area di resistenza fra 121,50 e 122,50, al di sopra della quale è probabile la continuazione della salita verso 125,00 ed estensioni difficilmente sopra 126,50.