Operatività su base grafica

Il mercato ha chiuso sotto 22600/620 e la prossima apertura (per un’operatività più conservativa attendere i primi 30/60 minuti) potrebbe confermare il potenziale sell-stop atteso con prezzi inferiori a 22510/520 circa e primo obiettivo il lap ancora aperto a 22430 circa. In caso di nuova chiusura positiva, invece, l’indice potrebbe definire la ripresa della tendenza con obiettivo iniziale sempre area 22700/750 già vista in precedenza.

Operatività su base statica

Breve/brevissimo termine: le quotazioni hanno sfiorato oggi 22370/675, primo livello intermedio dopo la rottura anche di 22500/550; un break sopra tale livello dovrebbe concedere spazi a 22705/710 e successivamente a 22765/770 almeno. Supporto iniziale a 22515/520, quindi area 22410/450 e 22350/365 circa.

Medio termine: la rottura anche sopra 22050 sta confermando la positività del mercato che ha raggiunto e superato anche il successivo target a 22400; i prossimi obbiettivi, in caso di continuazione, potrebbero essere a 22700 (ormai vicino) e 23300/23400 circa, mentre rimane ambizioso quello posto a 24000/24050 circa, I primi supporti utili si rilevano ora a 22200 (validità principalmente su close settimanale) e 22000 punti circa; in caso di ritracciamenti più corposi, possibili entrate long sulla debolezza tra 21300 e 21400 punti circa.

Operatività su base dinamica

Raggiunti nei giorni scorsi il primo obiettivo a 22360 ed il secondo indicato a 22550 circa; in caso di continuazione, il mercato potrebbe ora puntare verso area 22700/22800, pur ricordando che il target naturale primario rimarrebbe il livello visto sull’obiettivo intermedio di cui sopra. Primo supporto diretto a 22425 circa, inferiore e di grado primario a 22300/310 punti.