Dopo i ribassi di fine giugno (dobbiamo comunque prendere in considerazione che il titolo, rispetto alla maggior parte delle altre azioni del listino milanese, è riuscito a limitare i danni e prontamente a reagire), Saes Getters ha ripreso la sua corsa verso area 12,60 euro. I buoni risultati del primo trimestre (il 1° trim.conferma l’ottimo andamento del settore delle leghe a memoria di forma sia medicali, sia industriali, e registra anche il marcato recupero in alcuni settori applicativi dei più tradizionali getter. Questi risultati contribuiscono all’ulteriore deciso miglioramento degli indicatori economici e finanziari) e le previsioni per il restante esercizio stanno facilitando la risalita del titolo che ora dovrà affrontare la tenace resistenza posizionata a 13.10 euro. Se i corsi trovassero la forza per attestarsi oltre tale riferimento, il rimbalzo acquisirebbe forza prospettando il raggiungimento di quota 13,55 e area 14 euro. Primi segnali negativi sotto quota 12 euro per il test in area 11,25 euro. Il titolo in 6 mesi ha guadagnato il 10%, il 67% in 12 mesi, l’81% in 3 anni e il 45% in 5 (dal 2000 ad oggi +0.50%).

Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più rialzista possibile.