La discesa di Tesmec ha portato i prezzi ad aggiornare nuovi minimi (ultimi due anni). Nell’ultima seduta i corsi  si sono spinti fino a quota 0,5620 euro. La scommessa è che il supporto strategico in area 0,555 possa rappresentare un punto di svolta m servono conferme. La strada per avviare un recupero affidabile è quanto mai tortuosa; i corsi devono infatti riportarsi quanto meno oltre la prima resistenza significativa a 0,655 euro e da lì proseguire il rally. Per il momento tuttavia lo scenario grafico resta ancora molto incerto e non sono da escludere nuovi affondi che in caso di discese sotto 0,55 euro riconducano pericolosamente il titolo verso quota 0,500 euro. Il titolo negli ultimi sei mesi ha ceduto il 25%.

Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è ancora in atto l’orientamento più ribassista possibile.

Eventi rilevanti relativi ai primi nove mesi del 2015

In data 19 marzo 2015, Cerved Rating Agency, agenzia di rating italiana specializzata nella valutazione del merito di credito di imprese non finanziarie, ha confermato il rating solicited “A2.2” relativamente al prestito obbligazionario “Tesmec S.p.A. 6% 2014-2021”, negoziato sul mercato ExtraMOT PRO organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A.