Fase anomala e non certo positiva per Piazza Affari; mentre molti indici sono alle prese con max storici, il nostro FtseMib, complice la debolezza dei bancari, sta progressivamente perdendo terreno ed è orientato verso il primo importante supporto in area 18.200, con potenziale estensione fino a 17.650 punti, livelli sui quali si potrebbe ricostruire il portafoglio azionario per il breve-medio periodo.
Due settimane fa si scriveva che era necessaria una correzione più profonda per il nostro listino, tuttavia è difficile pensare a un ulteriore ritracciamento senza l’apporto delle borse estere, anche se ormai i tempi sembrano maturi anche per loro.

Graficamente vi sarebbe cmq un ritorno alla positività sopra i 19.000 punti, ma il triplo max segnato a 19.500, consiglierebbe un’operatività di solo trading all’interno di questo range.