Arrivato a target: il Ftse All Share è arrivato a toccare 24.000 che era l’obiettivo che ci eravamo dati in tempi non sospetti (un anno fa). Quanto spazio ha ancora il mercato per crescere ? Tanto. E questo per ragioni di tipo fondamentale e per ragioni di forza relativa. Per capire le ragioni fondamentali basta guardare cosa è successo agli USA dove con il quantitative easing i prezzi sono andati alle stelle e ci troviamo Wall Street sui massimi storici. L’Europa tradizionalmente viene dopo ma prima o poi arriva ed è quello che sta succedendo. Il Cac 40 è già di sopra ai nostri 25.000 e quindi mi aspetto che anche l’Italia prima o poi compia il gran balzo oltre 25.000 verso 45.000. Questo è la view: e quindi non mi preoccupano 10 giorni di ribasso o il ritorno sulle diverse trendline rialziste che sorreggono il mercato. Se notate qui sotto il Mc Clellan Indicator è ancora lontano dalla zona di ipercomprato mentre il Money Flow Index ha appena segnato un massimo e quindi il mercato è in forza:

Ma passiamo alle small caps passione di tutti i nostri lettori e nostra precisando che non si tratta di 3 titoli presi a caso dal nostro portafoglio di Rendimento Borsa su www.emiliotomasini.it, che ne contiene molti di più, sui quali abbiamo tirato delle linee di tendenza che tutti possono fare bensì abbiamo prima di tutto fatto una valutazione di tipo fondamentale cercando di identificare quei titoli hanno stabilità di redditività, basso indebitamento e soprattutto un fair price lontano dalla quotazione di mercato (classici titoli sottoquotati):